9REN
Menu

Risposte per te

RISPARMIARE DI PIÙ, SPENDERE DI MENO: È importante ottimizzare il consumo energetico utilizzando apparecchiature elettriche più efficienti che riducono i costi. Se si sceglie l'illuminazione LED, le spese saranno ridotte. Grazie all' illuminazione Led , si riduce il consumo di energia fino all'80% senza dover rinunciare alla qualità e alla quantità di luce. Mentre l'efficienza energetica di una lampadina tradizionale è del 10% (solo un decimo dell'energia utilizzata genera luce) con i diodi LED si ha un vantaggio del 90%.


DURATA ED AFFIDABILITÀ: I LED non hanno filamenti o parti meccaniche soggette a rotture o a guasti "leggeri." Essi non smettono improvvisamente di funzionare. La loro usura è graduale e avviene durante tutto il loro ciclo di vita. I LED possono durare fino ad oltre 50.000 ore, circa 6 anni (24 / giorno - 365 giorni l'anno). È in questo momento che lentamente cominciano a scendere sotto il 70%.


ELEVATA EFFICIENZA LUMINOSA E BASSA TEMPERATURA: Una lampada Led a bassa tensione consuma pochissima energia. Pertanto, questo tipo di lampada emette poco calore risparmiando su spazi con aria condizionata . Inoltre si adatta perfettamente alla maggior parte delle fonti di alimentazione e riduce al minimo il rischio di folgorazione.


LUCE INTENSA SENZA GUASTI: La luce LED è più brillante e nitida rispetto a quella alogena e e fluorescente. Ha una accensione immediata (microsecondi) e non è difettosa, non presenta alcun sfarfallio o variazioni di intensità luminosa.


ECOLOGIA: I dispositivi Led non contengono mercurio, fanno risparmiare grandi quantità di energia, non producono raggi infrarossi inoltre non producono inquinamento luminoso. Inoltre, il 99% dei loro componenti è riciclabile. Esse si combinano perfettamente con l'energia solare.


INFINITE POSSIBILITÀ: Le lampade Led possono essere modificate in ogni modo immaginabile, attraverso i colori (senza filtri), con l'intensità, la temperatura di colore, per creare la giusta atmosfera con il semplice tocco di un pulsante. Notevole l'impatto visivo in interni ed esterni per negozi ed edifici.

 

Che cosa si intende per LED a basso consumo? Come si distingue un LED a basso consumo da uno ad alta potenza?

Se l'energia di un singolo prodotto è> 0.5W e la corrente di lavoro è> 100mA, il diodo che emette luce è conosciuto come Led ad alta potenza. Invece, se l'energia del prodotto LED è solo di 0.06W e la corrente di lavoro è di solo 20mA, si tratta di Led a bassa potenza.

Che cosa si intende per luce LED ad alta potenza e luce LED a bassa potenza?

Una luce LED ad alta potenza è quella prodotta con LED ad alta potenza (potenza del LED è> 0,5 W). Pertanto, una luce LED a bassa potenza è quella prodotta con LED a bassa potenza LED (potenza LED di <0,5 W).

Perché gli apparecchi LED devono essere protetti dai fulmini?

Gli apparecchi LED per esterni (sia i LED a bassa potenza sia quelli ad alta potenza) sono progettati per l'utilizzo in ambienti esterni, di conseguenza hanno più probabilità di essere colpiti da un fulmine. Le lampade stradali LED hanno molti componenti elettronici e chip (che hanno poca resistenza ai raggi UV), è quindi necessaria una protezione aggiuntiva contro i fulmini.

Le lampade ad alta pressione a vapori di sodio hanno bisogno di protezione contro i fulmini? 

Le lampade ad alta pressione a vapori di sodio presentano una struttura semplice, non hanno componenti elettronici di alta precisione, circuiti integrati o componenti sensibili ai fulmini. Il loro bulbo ad alta pressione a vapori di sodio ha una forte capacità di resistenza ai fulmini. Pertanto, una lampada ad alta pressione a vapori di sodio non ha bisogno di ulteriori protezioni contro i fulmini.

Quanta energia si può risparmiare con le luci LED?

Le luci a basso consumo energetico LED utilizzano il 70% in meno di energia rispetto alle lampade standard di sodio ad alta pressione, il 90% in meno rispetto alle lampade ad incandescenza e il 20% in meno rispetto alle lampade LED stradali ad alta potenza. 

Cosa sono i lumen?

Il lumen è una misura internazionale che si riferisce alla quantità di luce visibile che produce una fonte luminosa. Per esempio, una lampadina a incandescenza da 60 W fornisce circa 800 lumen, mentre con un consumo pari il LED è in grado di produrre fino a 5000 lumen. Lumen è l'unità di misura del flusso luminoso. Quantifica la quantità totale di luce che esce dalla fonte. Questa misura tiene conto della diversa sensibilità dell'occhio a differenti frequenze. È misurata in una camera sferica, dove diversi specchi riflettono la luce emessa in tutte le direzioni verso lo stesso sensore.

Qual è la temperatura di colore?

La temperatura del colore determina il colore di emissione della sorgente. A seconda del tipo di lavoro si utilizzano luci di temperature diverse. I LED sono disponibili in bianco freddo (~ 5500K), bianco caldo (~ 3000) e di altri colori (blu, rosso, verde). I colori disponibili sono specificati nella scheda tecnica.

Che cosa si intende con il termine Lux?

Il lux è l'unità di misura dell'illuminamento, misura la quantità di luce che raggiunge una data superficie. È il rapporto tra il flusso luminoso e la superfice raggiunta. Così un lux può variare con la distanza dalla luce. Tanto più è lontano e maggiore dall'angolo di emissione, minore sarà l'illuminazione. La maggior parte delle caratteriste di illuminazione di un'istallazione è espresso in lux. Il lux è misurata con un Luxometro.

Qual è l'angolo di emissione?

L'angolo di emissione indica il fascio luminoso emessa dalla lampada LED. Si determina a partire dall'angolo dell'asse diretto fino all'angolo in cui l'intensità della luce diminuisce a metà dell'intensità sull'asse diretto e moltiplicando questa differenza x2. La scelta dell'apertura angolare riguarda anche l'intensità di uscita del LED.

Che cosa si intende per TCC / CTT?

La Temperatura di colore correlata (CCT acronimo) è una caratteristica della luce visibile che ha importanti applicazioni nel campo dell'illuminazione, ed è direttamente correlata alla tonalità di luce emessa dal LED. Una luce con un CCT vicino 3000? K prode luce gialla, o chiamata anche caldo. Una luce con un CCT vicino 5000? K prode luce più bianca / blu, detta anche luce fredda.

Che cosa si intende per illuminazione allo stato solido?

Illuminazione allo stato solido si riferisce ad un tipo di illuminazione che utilizza LED come risorse di illuminazione anziché filamenti elettrici o gas. Il termine "stato solido" si riferisce al fatto che la luce in un LED viene emessa da un oggetto solido (un blocco semiconduttore) piuttosto che un tubo a vuoto o gas, come nel caso di sorgenti luminose convenzionali. Non contenendo gas, le luci LED sono rispettose dell'ambiente e più resistenti agli urti o agli atti di vandalismo.

Gli attacchi delle lampade LED sono le stesse delle lampade tradizionali?

Le luci a LED sono state progettate per sostituire direttamente le lampadine tradizionali, usando gli stessi attacchi e gli impiati elettrici già in vostro possesso. Il processo di installazione è semplice come sostituire una lampadina tradizionale.  

Ci sono i LED per sostituire la lampade alogene?

Le lampadine alogene dicroiche 12V di 50W generano calore, del 90% dell'energia che utilizzano solo il 10% serve per generare la luce, questo dunque le rende estremamente inefficienti. Inoltre, queste lampadine utilizzano un trasformatore per ridurre la tensione da 220V a 12V, che da sola consuma 6W e 12W. Il principio di funzionamento delle lampadine alogene è quello di emettere calore fino a quando il filamento non lampeggia, e quindi emette luce. Si potrebbe dire che i piccoli apparecchi installati sul tetto "bruciano energia" rendendo necessario l'utilizzo del climatizzatore, devono lavorare di più. Le luci LED utilizzate per sostituire le alogene utilizzano il 90% di energia in meno e durano 20 volte di più. Un LED di circa 5W può sostituire una alogena dicroica di 35W e produrre lo stesso livello di luce.

Perchè utilizzare i prodotti LED?

Lungo ciclo di vita (35.000 a 100.000 ore) - Altamente efficiente - Eco sostenibile, non contiene nessun materiale pericoloso, infatti consumando meno energia, contribuisce a ridurre la presenza di carbonio, non emette luce infrarossa o ultravioletta - Capacità di avviamento a freddo a -40 ° C - Vividi colori saturi senza filtri.

Quando si recupera l'investimento?

Per ogni lampadina alogena di 50W che sostiuiamo con una lampadina PHILIPS della stessa luminosità, risparmiamo circa 40W; Quindi, volendo calcolare un utilizzo approssimativo di 12 ore al giorno, avremmo un risparmio mensile di 16,2 kwh, se poi a questo aggiungiamo anche il risparmio della manutenzione e dell'aria condizionata, l'investimento viene recuperato entro 10 mesi. Inoltre con il continuo aumento dei costi dell'energia elettrica, il risparmio andrà sempre ad aumentare.

Tutte le lampadine LED della stessa potenza sono uguali?

No. A parte le differenti tipologie di luce, luce fredda (che offre una maggiore luminosità), luce calda, RGB ecc. Oggi è possibile trovare lampadine LEd anche nei centri commerciali, che sono più economiche, però possiedono una potenza luminosa inferiore, raccomandate solo come dispositivi di segnalazione o lampadine semplici, non adatti a per un tipo di illuminazione brillante o luminosa. 

Sono ancora titubante sull'investimento della tecnologia LED

PHILIPS attualmente offre la più recente tecnologia LED. I nostri prodotti LED generano una illuminazione che permette un risparmio fino al 90%. Perché aspettare ancora? Iniziate subito a risparmiare!

Si dice che l'illuminazione a Led sia caratterizzata da uno sfarfallio costante.

È noto da anni che la prima generazione di luci LED era caratterizzata da una fonte luminosa tremolante composta da centinaia di piccoli punti luminosi. La nuova tecnologia PHILIPS offre dei prodotti innovativi senza sfarfallio e con una luce uniforme. Conformi a tutte le norme e standard di sicurezza richiesti da mercato europeo.

Che cosa si intende con fattore di potenza?

Il fattore di potenza è un modo semplice per descrivere quanto della corrente contribuisce effettivamente alla potenza reale del carico elettrico. Il fattore di potenza di una unità (o 1.00) indica che il 100% della corrente contribuisce alla potenza del carico, mentre un fattore di potenza pari a 0 indica che nessuna corrente contribuisce alla potenza del carico.

Perché un LED consuma meno energia?

I Led riescono ad utilizzare meno energia per generare luce grazie ad una tecnologia efficiente. Per esempio, nelle lampade tradizionali l'illuminazione si basa su un filamento di tungsteno che emettere radiazioni visibili. Questo processo emette radiazioni infrarosse, ossia genera e disperde inutilmente calore. Al contrario i Led si basano su l'elettroluminiscenza, fenomeno che non emettendo raggi infrarossi è più efficiente e non genera una dispersione di energia.

Quanto posso risparmiare?

Generalmente i risparmi dipendono dal tipo di apparecchio che si intende sostituire, ma in generale il risparmio energetico oscilla tra il 50% e l'80%. Ciò consente un risparmio considerevole sulle bollette dell'elettricità.

Come si sostituiscono le lampade Led?

Le lampade LED sono state progettate per impiegare il minor tempo possibile nell'installazione, motivo per cui sono compatibili con gli attacchi internazionali (E27, GU5.3, G13Ö) e funzionano a 230V. Questo implica una sostituzione diretta e semplice.

Quanto dura una lampadina LED?

La durata media stimata dai produttori di LED è di circa 50000h senza perdere più del 30% del flusso luminoso. Tale durata è determinata da una adeguata dissipazione del calore.

Perché una lampadina LED è più costosa?

I LED ad alta potenza sono una tecnologia in costante sviluppo e sono realizzate mediante un sofisticato processo di produzione. La sua attuale produzione è inferiore rispetto alle tradizionali lampadine e questo fa alzare inevitabilmente i costi, che però vengono ammortizzanti in fretta grazie ai vantaggi offerti dai Led.  

Installare un impianto LED è costoso?

No. Anzi proprio per il fatto che consuma meno energia, dura più a lungo il costo dell'installazione viene ammortizzato in poco tempo. Da li in poi è tutto risparmio, noi di 9 Ren People possiamo dirti gratuitamente con esattezza dopo quanto tempo avrai ammortizzato l'impianto. Per calcolarlo utilizziamo uno speciale software sul quale potrai vedere con i tuoi occhi il tempo.
Perché se il LED è migliore delle altre fonti di illuminazione non è ancora diffuso totalmente?
La sua diffusione è in rapida crescita attualmente e a breve sarà la fonte di luce più usata. Nel passato il LED non era evoluto come ora, emetteva un debole fascio di luce e la sua efficienza era inferiore. Con lo sviluppo di questa tecnologia si è arrivati a risultati sorprendenti, sempre in miglioramento. Inoltre anni fa la gamma di colori era limitata.
Qual'è la definizione di LED?
Led è l'acronimo di Light Emitting Diode, ovvero Diodo ad Emissione Luminosa.

Dove si impiega maggiormente il LED?

Per le sue caratteristiche i campi di impiego sono illimitati, volendo riassumere possiamo elencare:
• Illuminazione per esterno
• Illuminazione per interni
• Illuminazione stradale, in linea con le attuali normative
• Arredo urbano
• Illuminazione parchi
• Illuminazione piste ciclabili e pedonali
• Illuminazione fontane
• discoteche
• Locali
• Negozi
• ecc...

Perché l'illuminazione LED è così importante?

Il LED e il futuro prossimo, infatti i vantaggi che ne derivano sono enormi rispetto alle altre forme di illuminazione.
• Risparmio energetico
• No manutenzione
• Lunga durata oltre 50.000 ore
• Alta efficienza (100lm/W)
• Assenza di piombo e metalli pesanti
• Controllo el fascio luminoso, la luce va solo dove serve
• Dimensioni contenute
• Luce sicura, assenza di raggi ultravioletti e infrarossi
• Facilità di regolazione di intensità
• Stabilità colore della luce, la tonalità resta costante nel tempo
• Riduzione di emissione di CO2

Cosa è il LED?

Il diodo Led (Lighting-Emitting Diode) è un dispositivo elettronico capace di trasformare l’energia elettrica in energia luminosa, accendendosi immediatamente. La tecnologia LED rappresenta l’evoluzione dell’ illuminazione tradizionale, e grazie agli enormi vantaggi che prospetta rispetto ad essa è destinata nel tempo a sostituire le lampade ad incandescenza (già bandite dal mercato dall’Unione Europea il 1 Settembre 2012) e quelle a risparmio energetico. L’illuminazione LED è infatti più efficiente dal punto di vista energetico, ha una durata maggiore ed è più sostenibile. Consente inoltre di creare soluzioni illuminotecniche innovative per abitazioni private, esercizi commerciali, aziende e strade. Il bando totale dal mercato delle vecchie lampadine ad incandescenza è scattato il 1 Settembre 2012, dopo che l’Unione Europea a partire dal 2009 aveva già progressivamente ristretto il campo di commercializzazione delle energivore lampade con filamento.

Qual è la differenza tra efficienza ed efficacia?

Efficacia è un vocabolo utilizzato di regola, quando le unità di misura che esprimono i valori di input e di output presentano una differenza positiva. Nel settore dell'illuminazione, l'efficacia riguarda la quantità di luce (in lumen) prodotta da un certo quantitativo di corrente (in watt). L'efficienza, invece, è un termine tipicamente a-dimensionale. L'efficienza di un apparecchio di illuminazione, ad esempio, è il rapporto tra il flusso luminoso complessivo emesso da una sorgente (in lumen) e il flusso luminoso iniziale.
Come si valutano i prodotti a LED?
I lumen emessi sono solo una parte della valutazione e questo può essere fuorviante. Per valutare appieno un prodotto LED occorre esaminare l'efficienza complessiva del sistema, il controllo dell'ottica utilizzata, la gestione della dispersione termica dei LED e sapere dopo quanto tempo l'apparecchio raggiungerà un decadimento del 30% dei lumen. I prodotti con efficienza ottica e gestione termica ottimale produrranno, in media, più lumen dei prodotti HID (lampade a scarica ad alta intensità) tradizionali.

In che modo i LED consentono prestazioni migliori delle lampade HID?

La luce bianca super brillante dei LED presenta il vantaggio di un decadimento minimo dei lumen, un'efficienza ottica migliore e un valore elevato di lumen per watt. Ciò significa che questi LED possono essere utilizzati in sostituzione degli apparecchi di illuminazione HID tradizionali. I LED hanno anche una durata di gran lunga superiore rispetto alle tradizionali sorgenti luminose. La progettazione dell'apparecchio deve quindi mirare a sfruttare appieno i vantaggi propri dei LED in modo da riunire assieme tutte queste caratteristiche in un singolo prodotto.

In che misura la temperatura ambientale influisce sull'efficienza dei LED?

Gli apparecchi a LED devono essere progettati tenendo conto della gestione termica della temperatura di giunzione e devono essere scelti i LED giusti.
I prodotti così concepiti saranno sufficientemente robusti da poter essere operativi quasi a qualsiasi temperatura ambientale. A differenza di quanto avvenga per le lampade a fluorescenza, le basse temperature non inficiano le performance dei LED.

Cos'è la temperatura di giunzione?

La temperatura di giunzione è la temperatura del punto in cui ciascun diodo si connette alla propria base. Mantenere la temperatura di giunzione bassa aiuta a incrementare le performance e a rallentare il deprezzamento dei lumen. La temperatura di giunzione è una delle chiavi attraverso cui valutare la qualità e la capacità di un prodotto a LED di durare a lungo.
I tre fattori che influenzano la temperatura di giunzione sono: la corrente di funzionamento, la gestione termica, la temperatura ambiente. Il calore deve essere dissipato in modo da garantire i valori di emissione luminosa, durata e colore dichiarati. La quantità di calore dissipata dipende direttamente dalla progettazione termica del prodotto.. [Source: DOE]

I diodi dei LED devono essere sostituiti?

I LED non bruciano come le lampade tradizionali, quindi il singolo diodo non ha bisogno di essere sostituito. Tuttavia, in un arco di tempo piuttosto lungo, il diodo riduce gradualmente i livelli di output emessi . Se un singolo LED non funziona più, questo non determina un completo spegnimento dell'apparecchio.

Perché la durata di un LED si misura come deprezzamento dei lumen?

Il ciclo di vita di un LED è largamente superiore rispetto a quello di una lampada a incandescenza, fluorescente o HID e generalmente non è inferiore alle 50.000 ore. Dal momento che Il LED, in realtà, non si brucia, la vita di un apparecchio a LED viene misurata in termini di deprezzamento dei lumen.
La Illuminating Engineering Society (IES) consiglia di considerare un apparecchio a LED funzionante finché non raggiunge un deprezzamento dei lumen emessi del 30%.
La stima di 50.000 ore non corrisponde esattamente alla stima della vita della lampada. Un LED si considera attivo finché l'apparecchio non abbia raggiunto un deprezzamento dei lumen del 30%. Pertanto al raggiungimento delle 50.000 ore è possibile che il LED sia ancora funzionante, anche se ad un più basso livello di lumen emessi.

Quanto durano 50.000 ore?

La tabella illustra quanto durano 50.000 ore, tenendo conto di quanto rimane acceso un apparecchio.

Hours of Operation:

  • 24 ore al giorno
  • 18 ore al giorno
  • 12 ore al giorno
  • 8 ore al giorno

50.000 hours is:

  • 5.7 anni
  • 7.6 anni
  • 11.4 anni
  • 17 anni

end faq

RISPOSTE PER TE

CONTATTI

Copyright © 2017 9REN People Srl. Tutti i diritti riservati | P.IVA 07453740966 
Note Legali | Privacy | Credits